Mahat

Da Wiki Italiano.

(Sanscrito महत्) - “Il Grande”, per gli hindū è analogo alla Mahābuddhi buddhista, la “Grande Sapienza”. Mahat è la mente divina, l’ideazione cosmica: la grande sorgente dell’intelligenza. Per M.me Blavatsky è un essere collettivo, il terzo Logos, che sta alla base delle operazioni “intelligenti” della natura.[1]

Esso è il primo principio dell'Intelligenza e della Coscienza Universali. Nella filosofia puranica, il primo prodotto della natura-radice, o Pradhana (lo stesso che Mulaprakriti); il produttore di Manas il principio pensante, e di Ahankara, l'egotismo o il sentimento di "Io sono Io" (nel Manas inferiore). Mahat è il Terzo Logos, l'Intelligenza Cosmica, l'Ideazione Cosmica, l'Anima Universale del Mondo, il Noumeno Cosmico della materia, la base delle operazioni intelligenti della Natura, il Maha Buddhi. È il primogenito di Jnana (o Gnosi), la Conoscenza, la Sapienza, il fantasma riflesso di Parabrahman, l'Assoluto Nirguna, l'Unica Realtà. Mahat è il Pensiero di Dio, la Conoscenza Universale, durante la Creazione primaria (Mahat-Tattva). Quando Mahat si trasforma nel Manas umano, diventa lo stato di Aham, Io sono [...] [2]

Si ricorda che il Glossario completo de La Dottrina Segreta è consultabile al sito della Società Teosofica Italiana.

Note

  1. Pier Giorgio Parola, Glossario Teosofico. Raccolta di termini usati nella letteratura teosofica, Edizioni Teosofiche Italiane, Vicenza, 2013, p. 47
  2. Da Mahat nel Glossario a cura di Michele Zappalà